Elvio Chiricozzi @ Ventinovegiorni

Elvio Chiricozzi è il primo artista invitato a Ventinovegiorni, una rassegna di arte contemporanea curata da Federica La Paglia dedicata al concetto di resistenza e che vedrà alternarsi, nello Spazio Menexa a Roma, un’opera alla volta al ritmo del plenilunio.

Il lavoro di Elvio Chiricozzi (Viterbo 1965, vive e lavora a Roma) si fonda su una riflessione intimista che lo conduce ad una elaborazione poetica del suo intorno, dalla figura umana ai fenomeni della natura. Ne emerge una produzione di continua osmosi tra l’interno e l’esterno.

Alla prima personale, potrebbe essere sera a cura di L. Pratesi, MLAC, Roma 1994, sono seguite numerose altre mostre. Tra le collettive si ricordano la XII Quadriennale di Roma nel 1996, Fuori Uso, Pescara 1999,  Giganti ai Fori Imperiali, Roma 1999 e Futuro italiano, Parlamento Europeo, Bruxelles 2003. Tra le personali: Migranti (opere realizzate con Roberto Pietrosanti), galleria Pino Casagrande, Roma 2000, Mi apparisti vestita, A.A.M. Architettura e Mara Coccia, Roma 2000, Occhi con le piume, a cura di Alessandra Sette e Paola Magni, Teatro India, Roma 2000, Ciò che non muta, Fondazione Volume!, Roma 2010 – testi di P.Aita, Un brusio d’ali, a cura di F. Paludetto con testi di J.Trolp, Castello di Rivara, Torino 2011.

Nel 2002 il suo lavoro Né in cielo né in terra (1999) entra a far parte della Collezione permanente delle Nazioni Unite a Ginevra e nel 2004 realizza un’opera permanente per l’ospedale Axena di Salonicco in Grecia.

www.ventinovegiorni.it

Comments are closed.